INGRANDISCI TESTO


UniAbita

Uniabita

Nuove disposizioni per il prestito sociale

Nuove disposizioni per il prestito sociale

Cari soci,

recentemente Banca d’Italia ha emanato nuove disposizioni in merito allo strumento del prestito sociale delle società cooperative, con la finalità di elevare ulteriormente i livelli di informazione e conoscenza riguardanti questo strumento a favore dei soci stessi.

Tra le misure adottate da Banca d’Italia ve ne è una che, in particolar modo, introduce una sostanziale modifica sulle modalità di prelievo del Prestito Sociale. Infatti, dal 1° gennaio 2017 il socio che intenda fare un prelievo dal proprio libretto di prestito sociale ordinario dovrà comunicarlo alla Cooperativa con un preavviso di almeno 24 ore, qualunque sia l’importo oggetto del prelievo. II rimborso della somma richiesta sarà pertanto effettuato solo dopo che sia trascorso detto periodo.

Questa modalità deriva dalla volontà di Banca d’Italia di regolamentare in modo stringente il principio, secondo cui la possibilità di restituzione delle somme depositate contestualmente alla richiesta del prestatore sia concessa fondamentalmente alle sole banche.

A tal riguardo, dal 1° gennaio 2017, ogni socio intestatario di un libretto di prestito ordinario o suo delegato potrà inoltrare la propria richiesta di prelievo:

·       consegnando direttamente in Cooperativa (Sportello Cassa o Reception) l’apposito modulo di richiesta, che potrà essere scaricato in allegato o nella sezione dedicata;

·       telefonando al numero dedicato 02 660 718 114 negli orari di apertura degli Sportelli Cassa;

·       inoltrando una email all’indirizzo prenotazionicassa@uniabita.it allegando il modulo di richiesta.

Il socio potrà richiedere fino a euro 1.000,00 in contanti o euro 2.000,00 con assegno bancario, in ogni caso formulando la propria richiesta almeno 24 ore prima del ritiro: le richieste di prelievo giunte entro le ore 14.30 potranno essere evase a partire dal pomeriggio del giorno successivo (esempio: la richiesta giunta nella mattina di martedì, sarà evasa dal pomeriggio di mercoledì), mentre le richieste pervenute dopo le 14.30 saranno evase a partire dalla mattina del secondo giorno lavorativo successivo (esempio: la richiesta giunta nel pomeriggio di martedì, sarà evasa dalla mattina di giovedì).

Per prelievi in contanti superiori a euro 1.000,00 e fino ad un massimo di euro 2.999,99, per assegni bancari superiori a euro 2.000,00 e per tutti gli assegni circolari valgono i limiti già oggi in vigore, con preavviso di 3 giorni.

Il caricamento della carta prepagata sarà eseguito dopo 24 ore dalla richiesta del socio, mentre per i prelievi con bonifico continuano a restare in vigore i 3 giorni di lavorazione già oggi previsti.

Gli importi richiesti, sia in contanti che assegni, resteranno a disposizione del socio fino a 2 giorni lavorativi dopo la data prevista per il prelievo.

Ulteriori informazioni saranno riportate sul Foglio Informativo relativo al Prestito Sociale, in vigore dal 1° gennaio 2017, che potrete trovare presso le sedi della Cooperativa o nella sezione dedicata..

Cinisello Balsamo, 29 dicembre 2016


ALLEGATI